Selezione 2017 Stampa E-mail
Scritto da Redazione    Lunedì 03 Aprile 2017 13:37

Ecco la selezione 2017 che l’associazione Go Wine promuove nell’ambito del progetto “Buono… non lo conoscevo!”. Si tratta di un’iniziativa riservata esclusivamente ai soci e che mira a favorire la conoscenza e l’acquisto di vini legati a specifici territori, non sempre agevolmente reperibili dal consumatore.

Anche per il 2017 la selezione si conferma interessante e sfiziosa, sono 10 i vini da scoprire e da degustare, con alcune annotazioni:

a) la nuova selezione propone 10 vini di 10 differenti regioni, in una sorta di percorso da nord a sud e cercando di rappresentare uno spaccato interessante del vigneto italiano.
b) si privilegiano innanzitutto i vitigni autoctoni con vini da monovitigno. La ricerca conduce in generale verso varietà meno diffuse, pur con qualche eccezione.    
c) si punta anche sulla novità, per favorire la degustazione di vini che sinora non erano stati ancora presentati in degustazione nell’ambito di questo progetto;

Offriamo quindi l’opportunità di conoscere e degustare i vini di questa particolare ed esclusiva enoteca, con un messaggio culturale volto a dare maggior voce e promozione a questi vitigni autoctoni, fortemente legati alla cultura del loro territorio di produzione.

Ecco i protagonisti della selezione 2017:

Malvasia di CasorzoMalvasia di Casorzo “La Spigliata”
Cantamessa (Piemonte)
Uno dei tanti volti della malvasia in Italia: a nord di Asti dà vita ad una piccola doc, legata ad un vino rosso dolce, da meditazione. L’azienda lo ricava dal vigneto in Casorzo, denominato La Spigliata.

Verdea Collina del Milanese Verdea “Vigneto Val Galotta”
Pietrasanta (Lombardia)
Le sue origini sono probabilmente toscane, con citazioni che risalgono al XIV secolo. Fonti storiche riferiscono che fosse apprezzato da Galileo Galilei. Oggi la sua terra d’elezione è la collina milanese di San Colombano. In bottiglia è presente anche riesling renano nella percentuale del 15%.

Kerner - Alto Adige Kerner
Niklaserhof (Alto Adige)
Vitigno aromatico con origini in Germania, creato dall’incrocio fra schiava grossa (detta anche trollinger) e riesling. Presente in Italia in Alto Adige, dove ha ottenuto la doc nel 1993. Vigneti ad un’altitudine di 460-510 mslm.

Groppello - Groppello
Ca’ Biasi (Veneto)
Sulle colline attorno a Breganze si coltiva questa varietà che ha in queste terre una sua propria specificità, rispetto al groppello coltivato sulle sponde del Garda bresciano ed al groppello di Revò coltivato in Trentino. Davanti alla cantina vi è un campo catalogo della varietà, gestito in collaborazione con il Crea di Conegliano.

Malvasia Malvasia Adriana Vallania
Vigneto delle Terre Rosse, Enrico Vallania (Emilia Romagna)
Sui Colli Bolognesi la malvasia prodotta in quantità limitate da un’azienda storica del territorio.  E’ legata ad un antico ceppo autoctono e rappresenta uno dei tanti volti con cui apprendere la conoscenza del vitigno lungo la penisola.

Cacchione Nettuno Bianco Cacchione
Casa Divina Provvidenza (Lazio)
Vitigno a bacca bianca tipico della zona sud del Lazio, fra Aprilia, Anzio e Nettuno. E’ sinonimo di Bellone. Prodotto da una cantina che risale a fine ‘800, di proprietà dello Stato Vaticano, e ceduta alla famiglia Cosmi che attualmente la conduce.

Cococciola Cococciola Spumante Brut
Cantina Frentana (Abruzzo)
Raro vitigno dell’area frentana in Abruzzo. La Cantina ne è il maggior produttore: si ricavano bianchi fermi e spumante. Una varietà che arricchisce il patrimonio della regione nei vitigni a bacca bianca.

Nero di Troia Puglia Rosso “Casteldrione”
D’Alfonso del Sordo (Puglia)
Uno dei vitigni a bacca rossa che hanno contribuito al rilancio della viticoltura pugliese. Presente nei territori a nord di Bari, fino a raggiungere il foggiano. Una storia antica legata a Federico II e alla città di Troia. L’azienda lo coltiva nella tenuta “Cotinone” a 80 mslm.

Nerello Mascalese Etna Rosso
Barone Scammacca del Murgo (Sicilia)
Presente in prevalenza sul lato nord dell’Etna in provincia di Catania e nella zona di Capo Faro in provincia di Messina. Alfiere della viticoltura etnea, a cui è fortemente legato, con vigneti coltivati da 350 a 1.000 mslm.

Monica Monica di Sardegna “Bingias”
Cantina Trexenta (Sardegna)
E’ uno dei vitigni sardi di più antica introduzione e da sempre legato alla viticoltura dell’isola dove è presente un po’ in tutto il territorio, anche se con percentuali diverse. Pare che la sua presenza risalga intorno all’XI secolo ad opera dei Monaci Camaldolesi da cui deriverebbe il nome con cui è più diffusamente conosciuto. Un vitigno che ben esprime la ricchezza in materia di autoctoni del vigneto sardo.


Alleghiamo il coupon di ordinazione con alcune precisazioni:

•    proprio per il carattere culturale e non commerciale del progetto, è possibile acquistare anche solo una bottiglia per vino scelto, in modo da poter consentire la conoscenza del maggior numero di vitigni.
Chiediamo soltanto, per motivi prettamente logistici, che venga ordinato complessivamente un numero di almeno 6 bottiglie e, a seguire, un numero multiplo di 6, in modo da facilitare il confezionamento dell’ordine.

•    Per poter abbattere il corrispettivo per le spese di spedizione, offriamo la possibilità a tutti i soci che vivono nelle città in cui Go Wine opera, così come i soci che fanno parte di Club attivi, di poter ritirare le bottiglie ordinate direttamente in occasione dei prossimi eventi, oppure tramite il socio promotore di riferimento.
Per chi invece non rientra in queste categorie, preghiamo di contattare l’Ufficio Soci di Go Wine (tel. 0173 364631 ref. Elisa Nota) che provvederà a comunicare l’effettivo costo di spedizione.
Questa proposta viene formulata proprio per poter favorire costi minori ed operare con la massima trasparenza.
E’ comunque richiesta l’indicazione sul coupon delle modalità di consegna.

Per poter procedere con l’ordinazione è sufficiente compilare in tutte le sue parti il coupon e spedirlo via fax al numero 0173361147 o all’indirizzo mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , sarà poi nostra cura contattarVi per la consegna o spedizione dei vini.

Si allega: coupon di prenotazione

 

Newsletter Go Wine


Vuoi essere informato sui numerosi
eventi enoturistici Go Wine?
Allora iscriviti alla newsletter

Cerca nel sito

Tutto su Buono non lo conoscevo

Selezione 2017

News image

Ecco la selezione 2017 che l’associazione Go Wine promuove nell’ambito del progetto “Buono… non lo conoscevo!”. Si tratta di un’iniziativa riservata esclusivamente ai soci e che mira a favorire la ...

Edizioni passate di Buono non lo conoscevo

  • VERDISO - Conte Collalto

    VERDISOColli Trevigiani VerdisoConte CollaltoVia XXIV maggio, 1- 31058 Susegana (Tv)Tel 0438 738241

  • REFOSCO - Antico Broilo

    REFOSCOColli Orientali del Friuli Refosco dal Peduncolo RossoAntico Broilo via Brolo 42 – 33040 Prep

  • ALEATICO - La Piana

    ALEATICOAleatico Toscano passito “Cristino”La PianaVia regina Margherita, 4 – 57032 Capraia Isola (L

  • ANSONICA - La Parrina

    ANSONICAAnsonica Costa dell’ArgentarioLa Parrina Loc. Parrina – 58010 Albina (Gr)Tel 0564 862626 - F

  • PASSERINA - Ciccio Zaccagnini

    PASSERINAColline Pescaresi Igt Passerina “Ispira”Ciccio ZaccagniniVia Pozzo – 65100 Bolognano (Pe)Te

  • CATALANESCA - Cantine Olivella

    CATALANESCACatalanesca Igt Pompeiano bianco “Katà”Cantine OlivellaVia Zazzera, 14 – 80048 Sant'Anast

next
prev

Questo sito utilizza cookie per offrire agli utenti servizi e funzionalità avanzate. Per maggiori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.