Home la cantina da visitare
Cantine in evidenza raccontate da Go Wine
GULFI Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 12 Dicembre 2018 00:00

Gulfi
Contrada Patria - 97010 Chiaramonte Gulfi (RG)
tel +39 0932 921654 - fax +39 0932 921728
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.gulfi.it

Ettari vitati complessivi: 70
Numero bottiglie prodotte all’anno: 220.000

Come arrivare: SS 514 Catania-Ragusa, uscita allo svincolo di Chiaramonte Gulfi: superato l’abitato di Chiaramonte, proseguire in direzione delle contrade Roccazzo e Patrìa seguendo la segnaletica aziendale.
Persona da contattare: Mario Castagna
Orario visite: Dal lunedì al venerdì: 9-12 e 14-17. Sabato su appuntamento.

Vito Catania è stato il fondatore di questa azienda ed è scomparso alla fine di maggio del 2017.
Imprenditore di successo in Brianza, spronato da una grande passione per il vino, ha realizzato uno dei progetti più interessanti dell’isola, avvalendosi della preziosa collaborazione dell’enologo Salvo Foti. L’attività oggi prosegue, sempre con successo, ed è divisa su due fronti: un centro aziendale in Val Canzeria, nell’entroterra ragusano dei Monti Iblei, dove hanno sede gli uffici e una nuova imponente cantina per la vinificazione e l’affinamento; e un nucleo in Val di Noto, nelle contrade
di Pachino storicamente più vocate alla vitivinicoltura. Proprio nelle campagne intorno a Pachino, in questo lembo di Sicilia per latitudine più a sud di Tunisi, è interessante svolgere dei percorsi alla scoperta dei vari cru, dove il nero d’Avola allevato ad alberello esprime al meglio la sua capacità di traduttore dei diversi terroir: dalla vigna in contrada San Lorenzo, la più esposta agli influssi delle brezze marine, alle particolarissime variabili pedologiche del vigneto in contrada Bufaleffj. Il progetto Gulfi non si ferma al vino, ma si arricchisce nel campo dell’accoglienza con un’attività di grane qualità. La locanda Gulfi Wine & Resort completa il progetto aziendale. Un sito con 7 camere, sala ristorante, sala degustazione, piscina e tutta una serie di eventi concepiti per un soggiorno enoturistico in Sicilia, in una zona prossima ai siti del barocco ragusano. E l’unione fra vino e grande cucina è idealmente simboleggiata nella Festa del Cerasuolo che l’azienda promuove a giugno, assegnando anche il premio al miglior chef del Cerasuolo. Nel mese di settembre Gulfi promuove la Festa della vendemmia.


 
MARISA CUOMO Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Giovedì 08 Febbraio 2018 00:00

Via G.B. Lama 16/18 - 84010 Furore (SA)

tel +39 089 830348 - fax +39 089 8304014
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   - www.marisacuomo.com

 

Ettari vitati complessivi: 20
Numero bottiglie prodotte all’anno: 201.000

 

Come arrivare: Autostrada del Sole A3 Napoli-Salerno, uscita Castellamare di Stabia, direzione Gragnano, Agerola, e quindi Furore.


Persona da contattare: Dorotea Ferraioli
Orario visite: Da marzo a settembre, dal lunedì alla domenica: 9-13 e 15-18. Da ottobre a febbraio, dal lunedì al sabato, stessi orari. Per prenotazioni contattare il numero 333 431 3667.

 

La cantina si trova a Furore, paese dipinto, luogo di grande fascino e suggestione, sopra i tornanti della costa amalfitana. Gran Furor Divina Costiera è un marchio che risale al 1942, quando iniziò a essere impiegato per commercializzare i vini ottenuti dai terrazzamenti della Costa di Furore. Andrea Ferraioli, ultimo discendente di un’antica famiglia di vinificatori locali, e la moglie Marisa Cuomo lo acquistarono nel 1980, segnando così l’inizio della loro avventura enologica in un terroir affascinante quanto impervio. Diversi i motivi per una visita: la cantina scavata nella roccia, un patrimonio viticolo “eroico” unico al mondo (dove le vigne crescono in orizzontale perché piantate sulle pareti rocciose, adagiandosi su pietra e terra), la magia di Furore, il “paese che non c’era” durante gli anni tra le due Guerre Mondiali per la sua invisibilità geografica: pergolati e limoneti strappati alla montagna in fazzoletti di terra a picco sul mare, il suo indimenticabile fiordo – un orrido a strapiombo dal fascino romantico –, i muri dipinti che punteggiano il borgo, i campanili che svettano come sentinelle guardinghe, le cupole sinuose e arabeggianti. Una vertigine di colori e silenzi. E poi fra i vini la la magìa del Fiorduva con tre rare varietà autoctone assemblate, ripoli, fenile e ginestra, una produzione negli anni sempre molto affidabile, un vino bianco che sa reggere molto bene il tempo.

 
BORGO SAN DANIELE Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Mercoledì 22 Novembre 2017 00:00

Borgo San Daniele

Via San Daniele, 16 – 34071 Cormons (GO)
tel +39 0481 60552 - fax +39 0481 630525
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. – www.borgosandaniele.it

 

Ettari vitati complessivi: 18,75
Numero bottiglie prodotte all’anno: 60.000

 

Come arrivare: Autostrada A4 Venezia – Trieste, uscita Villese, superstrada per Gorizia fino all’uscita Gradisca d’Isonzo; allo stop si svolta a destra e si prende al S.S. 305 per Cormons. Attraversando il paese in direzione Cividale, si trova la segnaletica aziendale.

Persona da contattare: Alessandra Mauri
Orario visite: Dal lunedì al venerdì: 9-12.30 e 14.30-18; sabato su prenotazione.

 

Borgo San Daniele è di proprietà dei fratelli Alessandra e Mauro Mauri, alla congiunzione delle denominazioni Collio e Isonzo. Un’interessante selezione di vini rappresenta una sorta di manifesto con il quale i titolari intendono la viticoltura: una produzione non particolarmente elevata, più selezione con i vigneti ad alta intensità d’impianto e a bassa vigoria produttiva, inerbimenti e diradamenti; e anche in cantina un’analoga tensione stilistica volta a semplificare al meglio le tecniche di vinificazione per restituire ai vini un di più di equilibrio e di densità interna: lunghe macerazioni e soste sui lieviti, microssigenazioni e imbottigliamenti senza filtrazioni. “Vivere il borgo” è invece il messaggio con il quale l’azienda invita alla degustazione in cantina ad un possibile soggiorno nelle tre camere (denominate Terra, Aria e Fuoco) con piscina e altri servizi

 
TERRE BIANCHE Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 20 Gennaio 2017 00:00

Località Arcagna – 18035 Dolceacqua (IM)
tel +39 0184 31426 - fax +39 0184 31230
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.terrebianche.com

 

Ettari vitati complessivi: 8,5
Numero bottiglie prodotte all’anno: 60.000

 

Come arrivare: Autostrada dei Fiori A7, uscita Bordighera, direzione Dolceacqua, dopo la quale, superati due bivi, s’incrocia la segnaletica aziendale

Persona da contattare: Filippo Rondelli
Orario visite: dal lunedì al venerdì: 8-12.30 e 14.30-17. Sabato e domenica: 9-12. Chiuso novembre e febbraio.

 

L’azienda è storicamente legata alla figura di Tommaso Rondelli che decise di impiantare i primi vigneti di rossese, vitigno autoctono a bacca rossa della zona della Val Nervia. Ai vigneti si aggiunsero gli uliveti di varietà taggiasca. L’attuale titolare, Filippo Rondelli, ha sostituito nella conduzione aziendale il padre Claudio, responsabile con Franco Laconi dell’ampliamento aziendale negli anni 1985-1998. Luogo di sogno e di luce sull’antica strada del sale, nella zona del Parco Naturale delle Alpi Liguri, la tenuta della famiglia Rondelli abbraccia il visitatore con visioni d’incanto: il panorama sul borgo e il Castello di Dolceacqua, incrociando sullo sfondo il mare; la zona delle Terre Bianche, dove i vigneti di rossese, pigato e vermentino guardano i meravigliosi e profondi calanchi in argilla, coronati sulla cima da pini secolari. Dopo una visita alla cantina, un tempo caserma, concedetevi un soggiorno nei casolari persi nella macchia mediterranea dell’agriturismo aziendale, tra vini e oli, dehor e maneggio, escursioni a piedi o in moutain bike. Di recente vi è stata una ristrutturazione dei locali, convertendo le camere dell'agriturismo in appartamenti, ciascuno dotato di cucina, salottino, camera da letto e bagno. Con diverse opzioni di appartamenti, a seconda degli ospiti. La squisita accoglienza è arricchita anche da un ristorante interno, aperto solo alla sera, in cui assaggiare il meglio delle specialità locali.

 
GIGANTE ADRIANO Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 06 Settembre 2016 00:00

Via Rocca Bernarda 3 - 33040 Corno di Rosazzo (UD)
tel +39 0432 755835 - fax +39 0432 753793
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.adrianogigante.it

 

Ettari vitati complessivi: 25
Numero bottiglie prodotte all’anno: 100.000

 

Come arrivare: Autostrada A4 Venezia-Trieste, uscita Palmanova, proseguire in direzione San Giovanni al Natisone e poi Corno di Rosazzo.


Persona da contattare: Adriano Gigante
Orario visite: dal lunedì al sabato su appuntamento.

 

Adriano Gigante conduce l'azienda con Giuliana Gigante ed Ariedo, esperto enotecnico. Una storia di famiglia iniziata nel 1957, allorquando i Gigante cominciarono a cimentarsi con la produzione vitivinicola con Ferruccio, al tempo mugnaio, ed il primo vigneto di friulano, che allora si chiamava ancora “tocai”. Si respirano tradizione familiare e passione in questa cantina situata sulle colline di Corno di Rosazzo, all’interno del “grand cru” Rocca Bernarda, nel cuore dei Colli Orientali, zona di grande fascino del vino friulano, tra spazi a perdita d’occhio e vigneti di pregio. Adriano Gigante è attualmente anche Presidente del Consorzio dei Colli Orientali del Friuli che ha sede a Corno di Rosazzo, presso la Villa Nachini Cabassi. In cantina si è sviluppato il nuovo progetto di accoglienza Casa Clima Wine & Welcome, con la costruzione di una nuova cantina e dell'agriturismo. La produzione è una delle più curate e competitive della zona e la degustazione in cantina consente di avere un quadro approfondito del vigneto friulano, con il racconto di vicende e aneddoti della società locale che Adriano Gigante sa ben comunicare.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Cerca nel sito

Questo sito utilizza cookie per offrire agli utenti servizi e funzionalità avanzate. Per maggiori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.