Home la cantina da visitare TENUTA CASTEANI
TENUTA CASTEANI Stampa E-mail
Scritto da Redazione    Venerdì 08 Maggio 2015 00:00

Località Casteani Podere Fabbri - 58023 Gavorrano (GR)            
tel +39 0566 80060 - fax +39 0566 871049
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.casteani.it

 

Ettari vitati complessivi: 15
Numero bottiglie prodotte all’anno: 50.000

 

Come arrivare: Uscita dalla Superstrada a Giuncarico, oppure Gavorrano Scalo.

 

Persona da contattare: Valentina Cellesi

Orario visite: Dal lunedì alla domenica, su appuntamento.

 

La storia dell'azienda è legata alla figura di Mario Pelosi, romano, ingegnere meccanico che ha coltivato una passione per il vino, fino al punto di conseguire un Master Sommelier e laurearsi in enologia nel 2012. Alla passione per il vino unisce una grande passione per la Maremma, per il suo paesaggio e la terra ancora in parte incontaminata e selvaggia. Nel 2002 la scelta di Casteani, una tenuta storica, in passato chiamata Podere Casa Fabbri, quando una società mineraria scoprì nel sottosuolo della località importanti giacimenti di lignite e carbone. Tenuta Casteani ha avviato nel 2002 un intenso programma di recupero dell'intera area circostante, che ha consentito il ripristino dell’antica vocazione agricola dell’Azienda. Oggi la Tenuta ha circa 100 ettari di cui 11 vitati. Vi sono nuovi impianti per altri 5 ettari. Su una sommità, con uno splendido affaccio sulla vallata, è stato recuperato un casolare adibito ad un wine resort con tre suites, appartamenti, un ristorante e piscina. Da Casteani è possibile praticare il trekking con itinerari all'interno della Tenuta. A gennaio 2015 viene inaugurata la nuova cantina con sala degustazione, in una sorta di continuo sviluppo aziendale. In concomitanza con l’inaugurazione della nuova struttura viene lanciato il nuovo sito internet con la pagina “Il tuo evento”. Con i nuovi spazi l’azienda si propone per eventi aziendali e ricevimenti. Un contesto ambientale affascinante per un soggiorno, con la superstrada a 7 chilometri, facilmente raggiungibile. In cantina prevale la presenza del sangiovese, ma con interessanti contributi di altre varietà. Nel percorso di visita sarà interessante anche osservare il lavoro svolto per la ricostruzione di alcuni vigneti. È stata inoltre impiantata un’oliveta di 600 piante delle cultivar Leccino, Frantoio e Corregiolo con piante di Pendolino come impollinatori.

 

Cerca nel sito

Questo sito utilizza cookie per offrire agli utenti servizi e funzionalità avanzate. Per maggiori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.