Home news News
News dal mondo del vino - Go Wine
Amarone e Recioto della Valpolicella: è ufficiale l’origine garantita Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 30 Marzo 2010 06:48

La “Garantita” di Amarone e Recioto della Valpolicella è oggi ufficiale. Un traguardo che si è fatto attendere 15 anni, che ha richiesto molto impegno e mediazione, ma che ora è una realtà per  152 imbottigliatori,  di cui 5 cantine sociali ( Negrar, Soave, Monteforte d’Alpone, Valpantena e S. Pietro in Cariano),  e le oltre 1800 aziende agricole associati al Consorzio per la tutela dei vini della Valpolicella.

Possiamo dire che la perseveranza di questi anni ci ha premiati”- dice Luca Sartori, presidente del Consorzio di tutela - “Per aggiungere questa  g alla denominazione,  abbiamo lavorato molto sia sul piano tecnico che relazionale. Un grosso aiuto ci è venuto dal ministro Luca Zaia che ha creduto nell’importanza di questo progetto per noi e per il nostro territorio. Gli obbiettivi che ci siamo prefissi fin dall’inizio sono  stati quelli di non rompere con la tradizione, assicurando  un equilibrio fra zona classica e non,  e  salvaguardando  posizioni e diritti consolidati fra chi imbottiglia in zona e fuori. Per arrivarci abbiamo dovuto fare in quattro il  disciplinare. Ora abbiamo i due delle Docg ( Amarone e Recioto), il Valpolicella Ripasso doc e il Valpolicella doc. Non volevo passare il testimone del mio mandato senza portare a casa questo risultato.”

Il territorio su cui insiste questa produzione doc è abbastanza esteso. La zona di produzione del “Valpolicella” si estende per circa 45 Km  e comprende 19 Comuni  di cui 5 della zona “classica” ( Marano, Fumane, Negrar, S. Ambrogio, S. Pietro in Cariano)  e 14 della zona non classica ( Dolcè, Verona, S. Martino Buon Albergo, Lavagno, Mezzane, Tregnago, Illasi, Colognola ai Colli, Cazzano di Tramigna, Grezzana, Pescantina, Cerro Veronese, S. Mauro di Saline e Montecchia di Crosara). Negli ultimi 5 anni si è registrato un incremento della superficie produttiva del 10% circa,  passando dai 5.600 ettari del 2003 ai 6200 ha del 2008. Il potenziale produttivo è, invece,  cresciuto di quasi un 9%,  pari ad una resa in uva che  dai 680.000 quintali del 2003, nel 2008,  è arrivata a sfiorare i  750.000 quintali. Interessanti i numeri della produzione 2009 franco cantina. L’Amarone con 9 milioni di bottiglie vale 108 milioni di euro. Il Recioto della Valpolicella, prodotto storico ma di nicchia, con 400.000 mila bottiglie,  spunta 5,6 milioni di euro. Il Valpolicella fra Classico  e non classico conta su 40 milioni di bottiglie, pari ad un controvalore di 76 milioni di euro.

Ma l’accordo fra gli associati rende anche sul fronte dei listini.  
Il mercato cerca la qualità ma fatica a pagarla”-  sottolinea Sartori – “la nostra è una produzione che costa e la scelta di alleggerire le scorte e ridurre i quantitativi di uve  destinate ad appassimento ( circa un 30% ) è stata determinante per evitare la deriva dei prezzi che hanno tenuto. Un giusto premio ad un gioco di squadra.”

Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella
Sede Legale : Via Valle di Pruviniano – 37020 San Floriano (VR)
Sede Operativa : Via Valpolicella, 57 – 37029 San Pietro in Cariano (VR)
Tel. 045 7703194 Fax. 045 7703167
www.consorziovalpolicella.it e-mail : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Gustonudo, la fiera dei vignaioli eretici Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Martedì 23 Marzo 2010 08:01

Un incontro di vignaioli eretici...

Evento di rilevanza internazionale, occasione per gustare i sapori delle tradizioni agricole non piegate ai diktat della viticoltura industriale di massa, Gusto Nudo dà appuntamento per la 4a edizione a un centinaio di vignaioli indipendenti dell’intera Penisola e, naturalmente, ad appassionati e operatori del settore.
Nella suggestiva cornice dell’ex convento secentesco di San Leonardo, nel cuore di Bologna, le aziende vitivinicole daranno vita all’annuale fiera-mercato. I numeri della grande produzione lasciano il campo all’amore e all’attenzione per le specificità del territorio e per la naturalità dei comportamenti produttivi.
Gusto Nudo è la fiera dei produttori che hanno scelto un’agricoltura biologica o comunque naturale, che lavorano in armonia con i cicli naturali, senza interventi artificiali né invasivi, nel rispetto dei tempi di raccolta dell’uva e di lavorazione del vino. È così che preservano l’originalità e il fascino dei prodotti della natura. Gusto Nudo è l’occasione per conoscere vignaioli eretici, che hanno la capacità e il coraggio di sostenere e difendere le proprie convinzioni.
Durante la fiera sarà possibile acquistare i prodotti degli espositori.

24-25 aprile – orario 15.00-21.00
ingresso libero – contributo bicchiere da degustazione 10 euro
vicolo Bolognetti 2 – Bologna

Per informazioni:
t. (+39) 051.84.71.01 – mob. (+39) 335.61.11.599
www.gustonudo.netQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ufficio stampa:
Samuel Cogliati – mob. (+39) 339.31.08.809
Arianna Bevilacqua – mob. (+39) 347.97.36.230
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
DiVinNosiola, nella Valle dei Laghi Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Lunedì 22 Marzo 2010 11:50

Tutto pronto per l'edizione 2010 della manifestazione "DiVinNosiola" in programma dal 30 marzo al 25 aprile 2010 nella Valle dei Laghi del Trentino.

È il vino della rinascita, che supera la stagionalità e si trasforma in qualcosa di magico, decisamente esclusivo. Due modi, due stili diversi di vinificazione, medesimo il vitigno: Nosiola. Unica e determinante la zona d’elezione: la Valle dei Laghi. Questo vino riesce a conciliare mmediatezza, fragranza, semplicità di beva con una gamma di aromi e sentori altrettanto contrapposti: diventa suadente, pastoso, passionale, longevo e pure... santo. Merito di un sincero radicamento con la cultura enoica del territorio dove nasce. Terra, acqua e vento: elementi insostituibili per il Nosiola.
L’Ora del Garda, la brezza indispensabile, decisiva, per far appassire i grappoli e trasformarli in chicchi pregni di dolci naturali essenze del gusto; inoltre la sincera esperienza vitivinicola di quanti sulle colline circondate da laghi, tra il Garda e le Dolomiti di Brenta, curano queste viti.

Ecco perché il Nosiola suscita magiche emozioni che nelle settimane della Pasqua 2010 diventano
DiVinNosiola. Una serie di eventi e spettacoli unici ed esclusivi, di carattere culturale ed  enogastronomico, vi aspettano nella Valle dei Laghi, in Trentino.

Prenotazioni e informazioni:
 
Azienda per il Turismo                                                                   
Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi
                                    
Via Manci 2 – 38100 Trento                                                                          
Tel. 0461 216000                                                                                            
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.                                                
www.apt.trento.it                                                                              
 
Comitato per la promozione culturale, sociale
ed economica della Valle dei Laghi

Tel. 0461 864400
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.valledeilaghiturismo.it

 
Anteprima Bardolino e Chiaretto Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 05 Marzo 2010 15:07

È lo splendido, storico edificio della Dogana Veneta, affacciato sul porticciolo di Lazise, sulla sponda veronese del lago di Garda, ad ospitare domenica 7 marzo, dalle 10 alle 18, l’anteprima dell’annata 2009 del Bardolino e del Chiaretto, i classici vini della riviera gardesana e del suo entroterra.
Settanta aziende, più di centoventi vini in libera degustazione, pressoché equamente divisi fra il rosso Bardolino e il Chiaretto rosato, entrambi protagonisti di una vera e propria rinascita: in barba alla crisi economica globale, nel 2009 i vini della doc del Bardolino hanno registrato lo scorso anno un nuovo record di vendite.
A servire i vini ai visitatori (l’ingresso è gratuito) saranno gli stessi produttori, affiancati dai sommelier Ais. Alcune aziende offriranno al pubblico anche la possibilità di una degustazione comparativa fra le annate 2008 e 2009. Previsto anche uno spazio food, con assaggi di piatti (il risotto all'isolana) e prodotti tipici della provincia di Verona, in primis il formaggio Monte Veronese dop.
 “Alcuni dei vini in degustazione – spiega il presidente del Consorzio di tutela del Bardolino, Giorgio Tommasihanno già iniziato la loro vita in bottiglia da dicembre, altri saranno invece imbottigliati solo nell’imminenza del Vinitaly, verso fine marzo. Gli uni e gli altri sono tuttavia perfettamente in grado di regalare quella succosa fragranza fruttata e quella piacevole speziatura che caratterizzano il Bardolino e il Chiaretto”. L’iniziativa, organizzata dal Consorzio di tutela del Bardolino, si avvale del supporto del Comune di Lazise e della Provincia di Verona - Assessore politiche per l’agricoltura.

 
Sicilia en primeur 2010 Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 05 Marzo 2010 14:40

Più vini en primeur che si potranno degustare. È questa la principale novità di “Sicilia en primeur” la manifestazione, giunta alla settima edizione, dedicata all’enologia che si terrà dal 4 al 7 marzo in provincia di Agrigento, territorio dallo straordinario patrimonio culturale e naturale, nel “Rocco Forte Verdura Golf & Spa Resort” di Sciacca.

L’intera giornata di sabato 6 marzo, infatti, sarà infatti dedicata, oltre che alla valutazione alla cieca della vendemmia 2009, alla presentazione dei vini che entreranno in commercio nel 2010. Per la prima volta, quindi, i produttori faranno degustare in anteprima alla stampa ospite anche i vini delle precedenti annate pronti adesso per essere immessi sul mercato.
Organizzata da Assovini Sicilia, l’associazione che riunisce le più importanti realtà vinicole dell’Isola, “Sicilia en primeur” è l’appuntamento internazionale di punta per scoprire in anteprima  le novità dell’enologia siciliana. L’evento, itinerante perché ogni anno si svolge in una diversa area dell’Isola, è unico nel suo genere in Sicilia e consente di mettere a diretto contatto le aziende protagoniste della vitivinicoltura regionale con la stampa nazionale e internazionale più qualificata e attenta alle novità, abbinando la degustazione in anteprima dell’ultima vendemmia e delle nuove etichette alle visite ai diversi terroir della regione in modo da facilitare la comprensione dell’unicità e del livello qualitativo dei vini che si stanno presentando.

Il giorno precedente le degustazioni sono invece previsti tour nei principali territori di produzione per far conoscere sempre di più la Sicilia dove le caratteristiche ambientali sono estremamente diversificate e ricche di proposte enologiche assai differenti. Si passa infatti da spiagge magnifiche e vigneti a ridosso del mare, fino a vette innevate e filari a 1.000 metri di altitudine. Ma i tour servono anche a far riscoprire anno dopo anno le innumerevoli bellezze e risorse del territorio isolano. Perché il vino è  il miglior ambasciatore nel mondo della Sicilia di qualità e volano di sviluppo per tutta l’economia dell’Isola. In compagnia dei produttori i giornalisti visiteranno le cantine, ma innanzitutto saranno guidati a scoprire le particolarità delle diverse zone produttive.
Nuova anche l’articolazione della domenica. Ci si sposterà a Sciacca, nell’ex convento San Francesco per la conferenza conclusiva della manifestazione nel corso della quale sarà dato ampio spazio alle domande dei giornalisti ai produttori.

Ecco nel dettaglio il programma della manifestazione:

Giovedì 4 marzo
Arrivo dei partecipanti agli aeroporti di Catania, Trapani e Palermo. Sistemazione nelle strutture d’accoglienza. Cena sul posto, o nelle immediate vicinanze, con i produttori.

Venerdì 5 marzo

Tour in diverse zone della Sicilia.
Provincia di Trapani: Fazio Wines, Firriato, Caruso & Minini, Cantine Rallo. Provincia di Palermo: Disisa, Cusumano, Baglio di Pianetto, Centopassi , Rapitalà.
Terre Sicane: Donnafugata, Planeta, Feudo Arancio, Barbera, Settesoli. Centro Sicilia: Masseria del Feudo,Tasca d’Almerita,Grottarossa Vini, Feudo Montoni, Viticultori Associati di Canicattì.
Provincia di Agrigento e Caltanissetta Est: Feudi del Pisciotto, Feudo Principi di Butera, Baglio del Cristo di Campobello, D’Alessandro.
Zona del Cerasuolo di Vittoria: Terre di Giurfo, COS, Valle dell’Acate, Santa Tresa.
Provincia di Siracusa: Zisola, Pupillo, Marabino.
Etna: Cottanera, Tenute di Fessina, Graci, Benanti.
Al termine dei tour tutti i giornalisti si trasferiranno al Rocco Forte Verdura golf & spa resort di Sciacca. Registrazione e consegna del materiale, cena e pernottamento presso il Resort.

Sabato 6 marzo
Ore 9,30-ore 16.30 - Rocco Forte Verdura Golf & Spa Resort
Degustazione, riservata ai giornalisti e con le aziende partecipanti, dei vini che entreranno in commercio nell’anno 2010.
Per i giornalisti che lo desiderano, degustazione alla cieca, non guidata, di una selezione dei vini della vendemmia 2009 rappresentativi dei diversi territori produttivi della Sicilia.
Ore 12.00-15.00
Colazione a buffet
Ore 21.00
"Gala Dinner" presso il Resort
 Domenica 7 marzo - Sciacca, Ex Convento San Francesco
Ore 10.00
Conferenza conclusiva la manifestazione con i giornalisti che porranno domande ai produttori partecipanti a Sicilia en primeur. Modera il presidente di Assovini Diego Planeta.
Ore 13.00
Colazione a buffet
Ore 15.00
Rientro alle proprie sedi.

 
<< Inizio < Prec. 111 112 113 114 115 116 117 118 119 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Newsletter Go Wine


Vuoi essere informato sui numerosi
eventi enoturistici Go Wine?
Allora iscriviti alla newsletter

Cerca nel sito

Tutte le news




































































































Questo sito utilizza cookie per offrire agli utenti servizi e funzionalità avanzate. Per maggiori informazioni leggi la nostra privacy policy.

Accetto i cookie di questo sito.